Come arrivare  
Seleziona un itinerario dalla mappa {{directionsToLabel}}
{{currentWaypoint.label}}

Via del Mercato

Trontano (VB), Italia
TDA Logo
Difficoltà
Tecnica
Esperienza
Paesaggio
Lunghezza (Km): 49,7
Tempo: 3 giorni
Altitudine di partenza (m): 518
Altitudine di arrivo (m): 197
Dislivello (m): 1340 salita, 1440 discesa
Periodo: maggio - ottobre

Descrizione

Punto di partenza
Trontano (VB), Italia

Come arrivare
In treno: stazione di Domodossola, Ferrovie dello Stato.
Orari: www.trenitalia.com; www.ffs.ch.
Stazione ferroviaria di Trontano, Ferrovia Vigezzina.
Orari: www.vigezzina.com
In auto: autostrada A26 in direzione Gravellona Toce, da qui SS33 del Sempione, si prende l’uscita Domodossola e quindi si prosegue lungo la Strada Statale 337 della Valle Vigezzo fino a Croppo di Trontano dove si devia per Trontano.

Caratteristiche generali
La Via del Mercato è un percorso escursionistico che collega, attraverso la Val Vigezzo e le Centovalli, Domodossola con Locarno lungo mulattiere usate fin dall'antichità per portare i propri prodotti delle valli al mercato delle città. Le stesse mulattiere erano percorse dai tanti emigranti della valle e dai pellegrini che salivano al Santuario di Re. Sul territorio svizzero il percorso interessa il territorio del Progetto di Parco Nazionale del Locarnese (www.parconazionale.ch). L’itinerario può essere percorso in 3 o 4 tappe.

Il percorso
Da Trontano si seguono le indicazioni per i “Mulini del Graglia”, un complesso di 6 mulini ad acqua recentemente restaurati. Si continua su bella mulattiera fino a Verigo, quindi lungo una pista forestale si raggiunge il caratteristico borgo di Marone. Si scende al ponte di Ca’ Turbin e si risale a Mozzio e Coimo per proseguire sul percorso ciclopedonale fino a Sasseglio, entrando nel grande altipiano della Valle Vigezzo. Si attraversa Druogno e si prosegue per Buttogno, Toceno, Vocogno e Craveggia, si scende a Zornasco, si risale a Villette e infine si giunge a Re. La seconda tappa parte da Re e toccando Dissimo e Olgia arriva al confine di stato di Ponte Ribellasca. Da Camedo entriamo in Centovalli e il percorso segue tratti di belle mulattiere alternate a stradine, toccando Borgnone, Lionza (con il Parco dei Mulini), Verdasio, Slögna, Costa, Pila, raggiungendo infine Intragna dove vale senz'altro la pena visitare il Museo etnografico delle Centovalli e Pedemonte e il campanile, il più alto del Canton Ticino (65 m). Nella terza tappa da Intragna si scende a Golino e proseguendo sulla pista lungo l’argine si segue il Fiume Melezza fino alla confluenza con la Maggia che si costeggia fino al ponte di Losone, si attraversa e si segue nuovamente la Maggia fino al lago. Da qui per stradine si raggiunge il centro di Locarno e la stazione ferroviaria.

Notizie utili
Spostandosi con il treno della Vigezzina è possibile pernottare in qualsiasi paese della valle, raggiungendo al mattino il punto di partenza della tappa.

Dove dormire

Nei dintorni

{{count}}/{{totalCount}} Carica altri